iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

107

POST SCRIPTUM

Ho iniziato a scrivere questo libro nel gennaio '92 ed ho terminato il manoscritto a fine agosto dello stesso anno.
Da allora, Palazzo Chigi ha avuto quattro diversi inquilini ed a Via XX Settembre si sono succeduti quattro Ministri.
Due Generali hanno assunto la direzione del SISMI e due esponenti dell'opposizione sono diventati presidenti della Commissione Parlamentare di Controllo dei Servizi.
I «Tigellini» sono ancora inchiodati alla loro poltrona e la Magistratura non ha ancora terminato il suo lavoro.
Di contro, nel 1993, la dirigenza tecnico-politica del SISMI è riuscita a dare corpo e concretezza ai miei timori (vds. pagg. 35-79-90).

Da «II Messaggero» del 31/7/93.

«... Certo - dice il Ministro Fabbri - abbiamo un problema di ringiovanimento e di cambiare una certa mentalità... Tuttavia sono il primo a rendermi conto che bisogna tagliare con il passato. Per questo abbiamo sciolto la 7a Divisione del SISMI, quella di Gladio, che indipendentemente dal giudizio su Gladio, legava al passato...».

Venerdì 8 ottobre '93 il Centro Addestramento Guastatori di Alghero viene regalato alle FF.AA. con un gran battage pubblicitario, a seguito di una conferenza stampa in loco.

La 7a Divisione è stata sciolta e smantellata ed il suo personale disperso ai quattro venti con l'accusa di costituire un gruppo «troppo» unito e coeso e di avere una mentalità «troppo operativa».

(è notorio che un Servizio non va alla ricerca di informazioni, magari correndo dei rischi, ma aspetta con tranquillità che nei suoi uffici si presentino delatori, defezionisti et similia per aggiornarlo su fatti e misfatti).

L'ultimo Direttore della Divisione, che aveva dovuto e potuto fare solo il «liquidatore» della Gladio, è stato costretto, di fatto, a rientrare in Forza Armata per averne troppo assimilato lo «spirito di corpo».