Stampa
194

iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

136

DIO/41 del 3.12.1958,

— dovrebbe peraltro apparire ovvio che nello schema diramato per motivi essenzialmente addestrativi e di esercitazione, da ancorare peraltro alla realtà, non figurassero obiettivi militari dato che questi sarebbero stati relativi all'invasione che, per fortuna, non era presente. L'obiettivo «civile» (e cioè la popolazione) sarebbe invece stato lo stesso anche nel caso di occupa­zione.

Per quanto attiene alle «biografie» degli esponenti politici più influenti si tratta di note che vanno da 3-4 righe ad un massimo di 8-9 righe (sul Presidente Cossiga le righe sono 5); forse un po' poco sia per essere una biografia sia per essere una ricerca informativa mirata.

D'altra parte il relatore omette (volutamente?) di fare presente che lo schema citato venne sostituito da altro che venne presumibilmente redatto nell'anno '80 inizio '81, dato che venne utilizzato nelle esercitazioni «P» del 1982, nell'esercitazione «POMPEIUS» del 1983 e nell'esercitazione «MONTE BIANCO» del 1986.

Detto schema, mentre allarga e precisa meglio i settori di interesse, elimina totalmente qualunque riferimento personale vuoi a politici vuoi a qualsiasi personalità, di spicco o non, in altri settori (sindacali, economici ecc. ecc). Anche una lettura a volo d'uccello di questo schema evidenzia il totale disinteresse per la schedatura delle persone ed il taglio eminentemente addestrativo o per la raccolta di notizie generiche assolutamente inutili e comunque inutilizzabili ai fini informativi interni (i risultati delle elezioni o la composizione dei Consigli regionali appaiono normalmente sui giornali o sulla documentazione ufficiale). E tutto ciò fu fatto proprio durante la citata gestione Inzerilli.

Le relazioni rinvenute sono all'incirca 81, così ripartite: