NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES

Cosa sono i cookies (e tecnologie similari)

I cookies sono piccoli files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale – computer, laptop, tablet, smartphone, etc. – dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente.

Navigando su questo Sito Web, potrai ricevere sia cookie inviati direttamente dal nostro Sito Web e gestiti dagli amministratori del sito stesso, sia cookie inviati da siti o da webserver diversi, e gestiti da terzi (cookie di terze parti).

La legislazione italiana (art. 122 del D.Lgs. 196/03) ha introdotto nel nostro ordinamento una Direttiva Europea che impone ai gestori dei siti web che utilizzano cookie o altre tecnologie di monitoraggio di informare l’utente circa le tipologie di eventuali cookie utilizzati dal sito.
Il Provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali n. 229 del 8 maggio 2014, pubblicato sulla G.U. n. 126 del 3 giugno 2014, ha categorizzato i cookie in due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione.

Cookie Tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio del sito dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie, come specificato nel documento n. 2152939 del Garante della Privacy, non è richiesto il consenso preventivo e informato dell’utente (opt-in), mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice, e che vengano offerte agli utenti modalità semplici per opporsi (opt-out).

Cookie di Profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13, comma 3” (art. 122, comma 1, del Codice).

Questo sito

Per quanto riguarda i cookies in uso in questo sito si informa l’utente che vengono usati esclusivamente cookies tecnici, tra cui alcuni cosiddetti “analytics” di Google Analytics con IP offuscati.
Essi hanno infatti esclusivamente scopi statistici e raccolgono informazioni in forma aggregata utili a migliorare l’esperienza di navigazione e l’usabilità all’interno del sito web.
I cookies di navigazione o sessione invece permettono all’utente una navigazione facilitata.
La policy di Google Analytics è disponibile all’indirizzo https://support.google.com/analytics/answer/6004245.
Se un visitatore volesse effettuare un opt-out delle informazioni relative alla loro navigazione ed inviate a Google Analytics, come specificato nel documento n. 2152939 del Garante della Privacy c’è la possibilità di installare un opt-out browser add-on disponibile per i browser più moderni all’indirizzo https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser

Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando puoi cliccare su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie. Se invece conosci il tuo browser clicca su quello che stai utilizzando per accedere alla pagina di gestione dei cookies.

iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

82

stine in Italia, Servizio e Forze Armate continuano a non parlarsi. Nel 1964 l'Italia entra a fare parte dell'ACC, Comitato istituito nel '58 su iniziativa di SACEUR ed emanazione del CPC. Essendo un Comitato di soli Servizi, neanche in questa occasione vi sono contatti all'esterno del SIFAR. Nel 1968 il Servizio riceve, tramite CPC, come previsto, la Direttiva di SHAPE sulla guerra non ortodossa.

Le direttive di SHAPE viaggiano sui canali NATO e quindi, per l'Italia, arrivano ad AFSOUTH (Napoli), Comando retto di norma da un americano ma nel quale, sempre di norma, il Capo e/o il Sottocapo di Stato Maggiore è italiano. Le stesse direttive, integre o più o meno elaborate, vengono poi da AFSOUTH diramate ai comandi dipendenti e quindi al Comando delle FTASE (Verona) retto sempre da un Generale a quattro stelle italiano. Una copia della direttiva di SACEUR va, per opportuna conoscenza allo Stato Maggiore Difesa.

Come ampiamente illustrato nella relazione della Commissione Stragi, in tale direttiva SHAPE disponeva che le operazioni condotte da forze militari «non ortodosse» si adeguassero alle sue direttive, riservandosi così la direzione strategica delle Operazioni Militari Non Convenzionali (UMO) effettuate da reparti militari precettati per l'assegnazione alla NATO.

Nel settore delle Operazioni dei Servizi Clandestini (OCS), SHAPE ribadiva invece la competenza delle singole autorità nazionali, fatta salva la necessità del coordinamento per evitare dispersione di energie e conflitti di attività. Nonostante l'importanza della materia, la sottolineata esigenza di coordinamento, e la diramazione a diversi supergallonati nazionali, nei palazzi di via XX Settembre, nessuno batte ciglio. All'inizio del '69 è il Servizio che si agita e si fa promotore di un Comitato di coordinamento tra le FF.AA. e Servizio stesso, indicando lo SMD quale organismo di presidenza del Comitato. La proposta rimase lettera morta e continuò ad esserlo anche quando venne reiterata dal Servizio nel '73, nel '75, nel '77 e nel '79. Isteresi del comando? paura? diffidenza? tempi di reazione un po' rallentati?

Ai posteri l'ardua sentenza. Soltanto a dicembre del 1985 il Ministro della Difesa (Spadolini) da l'imprimatur alla costituzione del Comitato la cui presidenza viene assunta dal SISMI, non essendo più il Servizio, a seguito della legge 801, un Reparto dello SMD ma un organismo direttamente dipendente dal Ministro stesso. Ci sono pertanto voluti ben 17 anni perché FF.AA. e Servizio potessero colloquiare ufficialmente su un tema di rilevanza strategica. Diciassette anni, prendendo per base l'emanazione della Direttiva di SHAPE; ventinove se si parte dalla costituzione dell'organizzazione Gladio. Ed a via XX Settembre, oggi, c'è gente che pensa di poter ristrutturare le Forze Armate, sulla base del Nuovo Modello di Difesa, nel