iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

125

la ricerca del personale adatto a ricoprire queste tre funzioni appaiono alquanto in contrasto con quanto in seguito è stato sostenuto a proposito della selezione degli appartenenti all'operazione Gladio.

5 - Cap. 3/pag. 18

Ed è appunto nel giugno del 1959 che il Sifar (Ufficio «R» - Sezione SAD), di concerto con il Servizio Americano, stila la prima relazione organica ... La relazione (si veda allegato 3) riassumeva innanzitutto gli scopi della struttura.

Ne erano derivate diverse predisposizioni «alcune sul piano Nato, altre sul piano nazionale».

Sul piano interno era cominciata la formazione di una rete basata su di una doppia struttura.

6-Cap. 3/pag. 18

II documento del 1° giugno 1959 è molto importante, perché vi sono esposti senza mascheramento gli obiettivi di fondo che si volevano perseguire: mantenere l'Italia all'interno del sistema di difesa costituito dalla Nato e garantito dagli Stati Uniti, attraverso una struttura dipendente dal Sifar. Questa dipendenza veniva giustificata con la necessità di evitare che «altre organizzazioni incontrollate o al servizio di interessi di partito» predisponessero autonomamente iniziative analoghe.

7 - Cap. 3 / pag. 21

Che CPC e ACC non fossero tout court NATO ma fossero organismi che servivano da «collegamento» tra strutture Nato e strutture nazionali, i servizi italiani ne erano stati sempre consapevoli.