iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

135

Questo paragrafo potrebbe essere definito un falso in atto pubblico.

La gestione Inzerilli è caratterizzata da due dati di fatto:

— per la prima volta nella storia della GLADIO dopo il 1966 il responsabile
della organizzazione permane nell'incarico per un tempo sufficiente a capire
a fondo le problematiche, analizzare e valutarne le carenze, predisporre un
piano di lavoro a medio lungo termine cercando di realizzarlo.

Tutti i predecessori sono stati infatti personaggi «a termine»

  • Col. Fagiolo - 4 mesi
  • Col. Romeo - 4 anni
  • Col. Savoca Corona -1 anno
  • Col. Fagiolo - 2 mesi
  • Col. Serravalle - 3 anni

Considerati i tempi necessari a capire a fondo la filosofia e le problematiche dell'incarico affidatogli e quelli necessari a predisporsi ad assumere l'incarico successivo non si può non convenire che i predecessori hanno avuto un tempo oltremodo limitato per fare quanto doveva essere fatto;

— per la prima volta viene redatta una pianificazione operativa concreta
nella quale vengono precisati e sintetizzati organici, compiti, dipendenze,
responsabilità, limiti e quant'altro serve a trasformare un insieme di ele­
menti più o meno addestrati (ancorché pieni di amor di Patria) in una orga­
nizzazione che possa garantire una certa operatività soprattutto organizzata,
nel caso debba essere attivata.

La conclusione è che per la prima volta vengono fatte cose che nel passato non erano mai state fatte, ma che era previsto che fossero fatte, ovvero cose che venivano fatte in modo empirico ed occasionale vengono fatte in maniera sistematica e razionale.

È esatto che è solo in quegli anni che venne diramato uno schema per la redazione dei rapporti informativi ma:

  • innanzitutto quello segnalato dal relatore non è l'unico come si evince
    dagli allegati alle Direttive di Base dove sono stati riportati altri schemi, di
    cui 3 da impiegare solo in tempo di guerra e 2 da utilizzare sia in guerra che
    normalmente in tempo di pace;
  • in secondo luogo il tipo dei dati raccolti e la periodicità della loro raccolta
    non erano una invenzione di quel periodo ma risalgono, almeno a livello
    teorico, già agli inizi dell'organizzazione, come è detto del documento GLA-