iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

140

vennero impiegati i GIS dei carabinieri e non personale del Servizio;

  • il dirottamento dell'aereo egiziano a Malta avvenne il 30.11.85;
  • il sequestro Dozier risale al dicembre 1981 - febbraio 1982;

Le date si commentano da sole.

L'appunto del 10.4.90 (citato quale All. 14) è conseguente al fatto che già in quel periodo la Gladio era stata messa «sotto inchiesta», se pure da parte delle Autorità Governative. È in quel periodo infatti che il PCM incaricò il CSMD di raccogliere ogni elemento utile per presentargli una relazione globale sulla organizzazione (che venne completamente congelata tre mesi dopo).

Infatti il Servizio fornì gli ultimi elementi il 28.4.90 al CSMD, col quale peraltro vi erano già stati, sulla materia, precedenti contatti sino dal mese di marzo.

È naturale che il Servizio si preoccupasse da un lato di rispettare gli impegni NATO, dall'altro di disinnescare le attività che ad un occhio esterno, specie in ambito politico e della Magistratura, potessero sembrare pericolose (reti di sabotaggio e guerriglia).

Questo paragrafo distorce più o meno volutamente la verità. Da nessuno dei documenti citati si evince una volontà di ridimensionamento della organizzazione.

La citata «riconversione ai fini informativi», proprio dalla gestione Inzerilli è stata sempre osteggiata come riconosce lo stesso relatore a pag. 26 e come si evince dal citato appunto.

Non vi è stata quindi nessuna trasformazione all'insaputa degli aderenti anche perché il 2 agosto 1990 l'organizzazione venne congelata ed a novembre 90 sciolta.

Per quanto attiene al GOS (o nucleo K), prescindendo che venne istituito il 1° dicembre '86 (20 giorni prima che Inzerilli lasciasse la 7a Divisione) non si capisce come gli appartenenti potessero ignorare i compiti che dovevano svolgere (prescindendo da particolari operazioni informative all'estero, sembra un po' difficile camuffare le attività di protezione di VIP citate dal relatore).

La riservatezza della Commissione è notoria.