iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

141

I Gos furono attivati inoltre per il sequestro dell'Achille Lauro, per la rivolta nel carcere di Trani, per il dirottamento su Malta di un jet egiziano, per il sequestro Dozier.

20 - Cap.3/pag. 29

Successivamente, il 10 aprile 1990, il Capo di Stato maggiore del Sismi, generale Inzerilli, nel presentare le linee di riorganizzazione della 7a Divisione, propose di eliminare dall'ambito di Gladio le reti «sabotaggio» e «guerriglia» e di potenziare le reti «informazioni» ed «infiltrazione-esfiltrazione». Tali modifiche avrebbero dovuto rendere l'organizzazione maggiormente funzionale alle attività del Servizio. In tal senso si proponeva anche di incrementare l'aliquota operativa finalizzata ad attività particolari (Gos), inquadrata nell'ambito della Divisione ma alle dirette dipendenze del Direttore del Servizio.

21 - Cap.3/pag.29

In conclusione dai documenti esaminati appare che nella prima metà degli anni '80, per iniziativa del suo Direttore (Inzerilli), la 7a Divisione venne ristrutturata secondo un criterio che prevedeva sia il ridimensionamento dell'organizzazione Gladio e la sua riconversione ai fini informativi, sia la costituzione di una sezione operativa formata da elementi interni al Servizio altamente addestrati. Veniva così attuata quella trasformazione di Gladio all'insaputa degli aderenti cui si era posto mano fin dagli inizi degli anni '80, presentando l'attività informativa come semplice addestramento, al fine di prevenire il possibile rifiuto da parte degli esterni a prestare la propria opera come «fonti» del Servizio (si veda allegato 14). Nella stessa «ignoranza» furono tenuti anche coloro che venivano arruolati per il Gos (o «nucleo K»), reclutati in prevalenza tra gli appartenenti ai tre corpi speciali delle Forze Armate e inseriti nella struttura di Gladio in modo ellittico.

22 - Cap. 3/pag. 29

Avendo il Presidente del Consiglio fatto presente l'opportunità di far pervenire ad una sede più riservata la informazione richieste, i presentatori del-