iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

144

nenza, possono sembrare clamorosi. In realtà ad un esame non superficiale degli atti appare evidente come nella maggioranza dei casi si sia trattato di:

  • persone che hanno fatto parte del PNF come quasi tutti i cittadini italiani
    prima della caduta del regime;
  • cittadini italiani che essendo stati deportati in Germania o in procinto di
    esserlo, hanno «OBTORTO COLLO» aderito alla RSI o alla 10
    a MAS senza
    peraltro macchiarsi di alcun crimine.

Era un atto dovuto, trattandosi di documentazione NATO o comunque relativa a relazioni internazionali protette, quanto meno, ai sensi dell'art. 12 della legge 801. Le successive, e a volte, discordanti, valutazioni politiche non competevano agli Ufficiali del servizio ma risalgono alle Autorità governative.

Da sottolineare che su tutta la materia il Governo precedente (PCM On. De Mita) aveva confermato il Segreto di Stato in data 28.12.88 (opposto dal Direttore del Servizio in data 20.10.88), ritenuto fondato e conforme alla legge in data 3.8.89 (Atti parlamentari 285° resoconto sommario del 19.9.89) dal COPACO.

È forse il caso di rammentare che il CESIS (art. 3 legge 801):

  • è un Comitato e non un organismo a se stante;
  • il presidente di tale Comitato è il PCM, che sicuramente, come risulta da­
    gli atti, era informato del problema almeno a partire dal 1984;
  • di tale Comitato è membro permanente il Capo di S.M. della Difesa che,
    sempre dagli atti, risulta essere sempre stato a conoscenza della organizza­
    zione.

di tale Comitato fa altresì parte quale membro di diritto il Direttore del
Sismi (responsabile ultimo in ambito del Servizio della Organizzazione).

In altri termini almeno tre membri del Comitato (tra i quali il Presidente) erano a conoscenza dell'Organizzazione.

Che non lo fosse la Segreteria del Comitato (e non un inesistente Segretariato) non ha la minima importanza, tenuto conto che detta Segreteria è un Ufficio istituito dal PCM per lo svolgimento delle attività del Comitato (cfr. legge 801 — art. 3 — Ultimo capoverso).

Sono chiacchiere politiche che potrebbero anche essere definite dietrologiche tenuto conto che è provato che nessuno degli elementi della Gladio, vuoi effettivi del Servizio, vuoi civili (i gladiatori) ha mai avuto a che fare con la P2.