iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

28

Per raggiungere questo risultato abbiamo impiegato mesi, dato che avevamo anche qualche altra cosa da fare, e solo allora abbiamo iniziato la vera pianificazione operativa il cui primo documento, Direttive di Base, vedrà la luce in veste completa solo nel 76. Proprio nel redigere questo documento scoprii che esisteva un binomio quasi tabù, costituito dalle parole «Elemento Attivatore».

In altri termini «Quando» l'Organizzazione doveva entrare in azione? Prima o dopo l'occupazione? E quanto prima o dopo? E chi glielo ordinava? E....altre mille domande. A detta di «Factotum» è un problema importante, fondamentale, che nessuno dei Capi e dei miei predecessori è riuscito a risolvere. In effetti la soluzione del problema non era semplice.

Diamo l'ordine di attivazione ad occupazione avvenuta (e quanto tempo dopo?), rischiando che il caso, i delatori, le indagini delle Forze di sicurezza dell'occupante eliminino uno ad uno, in silenzio, gli appartenenti all'organizzazione restando così «in braghe di tela«?

Diamo il via immediatamente prima dello scoppio delle ostilità, creando un buon numero di disertori ricercati dalla nostra Polizia Militare e rischiando di passare per una banda armata insurrezionale? Quando le Autorità Militari e soprattutto quelle politiche (conoscendo specie di queste ultime, il decisionismo ed ì tempi di reazione) avrebbero dato il via all'operazione? Erano domande la cui risposta non era semplice.

Ad aiutarmi intervennero i ricordi d'infanzia. Durante la seconda guerra mondiale gli ufficiali del Corpo di Stato Maggiore, portavano l'aquila sul berretto. E questo secondo lo zio bersagliere, era dannoso perché il rostro dell'aquila gli beccava il cervello.

Non avendo corso questo pericolo, perché, sia oggi che ai miei tempi, l'aquiletta d'oro viene portata sul petto, decisi di pensare con la mia testa e trovai una soluzione che mi sembrò lapalissiana, oltreché rispondente ai canoni dello Stato Maggiore.

L'elemento attivatore era l'invasione (neanche lo scoppio delle ostilità). Dopo 24 ore di occupazione l'organizzazione si attivava... accendendo la radio e aspettando gli ordini. Soluzione più chiara e meno pericolosa di questa mi sembrava difficile si potesse escogitare. Ebbi il plauso ed il rispetto del «Vecchio» che fino ad allora mi aveva giudicato, forse in gamba, sicuramente rompiballe.

Stabiliti, una volta per tutte, questi due punti fermi si poteva portare avanti una pianificazione degna di tale nome e così facemmo. Scoprii poi, col tempo, che tra le carte delle varie esercitazioni, fatte in passato, che il «Vecchio» conservava gelosamente nella sua cassaforte, c'erano le schede ed i dossier delle zone di lancio, di atterraggio, di sbarco, degli obiettivi e delle zone di contatto utilizzati nelle esercitazioni stesse. Glieli feci rubare e