iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

55

7. GLADIO - LA POLITICA

Politica. Questo parola, ovvero questa parolaccia, non ha mai fatto parte del lessico familiare della Gladio, almeno a partire dall'ottobre 1974 e sino al dicembre 1986. Non mi risulta peraltro che neanche i miei successori, compreso quel poveretto a cui è toccato fare da liquidatore fallimentare dell'organizzazione, abbiano mai avuto o dovuto avere a che fare con quella «cosa». Per quanto riguarda il ventennio precedente al mio arrivo, come a tutti è noto, non ho avuto dal mio predecessore alcuna indicazione in merito. I sospetti ed i timori, che pare avesse maturato nei suoi personali contatti con diversi esterni, se li è tenuti per se, non parlandone né coi suoi Superiori e tantomeno con me. Ne ha parlato soltanto quasi vent'anni dopo alla Commissione Stragi. Non ho mai avuto pertanto «cognizione diretta» (terminologia che ho imparato ormai a memoria avendola dovuta ripetere innumerevoli volte di fronte alle Procure della Repubblica di mezza Italia) di contatti, interferenze, collusioni e simili tra Gladio e Politica. Ma nei miei 17 anni passati al Servizio, in particolare nei 12 nei quali sono stato responsabile dell'organizzazione, ho avuto la possibilità di leggere migliaia di documenti relativi ai periodi antecedenti.

Per onestà devo dire che in effetti esistono tre gruppi di documenti che dimostrano inequivocabilmente che nel passato vi sono stati (si fa per dire) contatti tra le due parti. Il primo gruppo è costituito da alcuni documenti di cui il più noto risale al 1959 ed è costituito da un appunto (Le Forze Speciali del SIFAR) diretto dal Capo servizio al Capo di Stato Maggiore della Difesa del tempo. In questo documento, più programmatico che di situazione, nel quale si trattano problemi organizzativi, addestrativi, di personale ecc. a proposito dei compiti si parla espressamente di «finalità antisovvertimenti interni» e per una specifica unità di guerriglia, di compiti in tempo di pace,«in caso di conflitto o insurrezione interna» mentre in un documento del '63 si parla di «intervento in caso di sovvertimento interno». Nella co-