NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA E GESTIONE DEI COOKIES

Cosa sono i cookies (e tecnologie similari)

I cookies sono piccoli files di testo che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale – computer, laptop, tablet, smartphone, etc. – dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti in occasione della successiva visita del medesimo utente.

Navigando su questo Sito Web, potrai ricevere sia cookie inviati direttamente dal nostro Sito Web e gestiti dagli amministratori del sito stesso, sia cookie inviati da siti o da webserver diversi, e gestiti da terzi (cookie di terze parti).

La legislazione italiana (art. 122 del D.Lgs. 196/03) ha introdotto nel nostro ordinamento una Direttiva Europea che impone ai gestori dei siti web che utilizzano cookie o altre tecnologie di monitoraggio di informare l’utente circa le tipologie di eventuali cookie utilizzati dal sito.
Il Provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali n. 229 del 8 maggio 2014, pubblicato sulla G.U. n. 126 del 3 giugno 2014, ha categorizzato i cookie in due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.

Questo sito non utilizza alcun cookie di profilazione.

Cookie Tecnici

I cookie tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio del sito dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1, del Codice). Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web. Possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso. Per l’installazione di tali cookie, come specificato nel documento n. 2152939 del Garante della Privacy, non è richiesto il consenso preventivo e informato dell’utente (opt-in), mentre resta fermo l’obbligo di dare l’informativa ai sensi dell’art. 13 del Codice, e che vengano offerte agli utenti modalità semplici per opporsi (opt-out).

Cookie di Profilazione

I cookie di profilazione sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso. Ad essi si riferisce l’art. 122 del Codice laddove prevede che “l’archiviazione delle informazioni nell’apparecchio terminale di un contraente o di un utente o l’accesso a informazioni già archiviate sono consentiti unicamente a condizione che il contraente o l’utente abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con le modalità semplificate di cui all’articolo 13, comma 3” (art. 122, comma 1, del Codice).

Questo sito

Per quanto riguarda i cookies in uso in questo sito si informa l’utente che vengono usati esclusivamente cookies tecnici, tra cui alcuni cosiddetti “analytics” di Google Analytics con IP offuscati.
Essi hanno infatti esclusivamente scopi statistici e raccolgono informazioni in forma aggregata utili a migliorare l’esperienza di navigazione e l’usabilità all’interno del sito web.
I cookies di navigazione o sessione invece permettono all’utente una navigazione facilitata.
La policy di Google Analytics è disponibile all’indirizzo https://support.google.com/analytics/answer/6004245.
Se un visitatore volesse effettuare un opt-out delle informazioni relative alla loro navigazione ed inviate a Google Analytics, come specificato nel documento n. 2152939 del Garante della Privacy c’è la possibilità di installare un opt-out browser add-on disponibile per i browser più moderni all’indirizzo https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.

Puoi gestire le tue preferenze sui cookies anche tramite browser

Se non conosci il tipo e la versione di browser che stai utilizzando puoi cliccare su “Aiuto” nella finestra del browser in alto, da cui puoi accedere a tutte le informazioni necessarie. Se invece conosci il tuo browser clicca su quello che stai utilizzando per accedere alla pagina di gestione dei cookies.

iGladio - GLADIO - La Verita' Negata

65

nell'ambito del Club una grossa esercitazione sul terreno che prevedeva la partecipazione di tutti i paesi membri con tutte le rispettive reti. Per tradizione la direzione di tale esercitazione era svolta dal Servizio Inglese, responsabile della organizzazione e gestione della Base Comune Alleata sul proprio territorio nel caso di invasione totale della parte continentale del teatro operativo europeo.

Per alcuni paesi l'Inghilterra costituiva la Base primaria, nel senso che non potevano costituire una Base nazionale vuoi per carenza di fondi, vuoi per motivi di carattere strategico (vicinanza ai paesi dell'Est, territorio che per morfologia non consentiva una resistenza prolungata ecc), vuoi per altre motivazioni. Faceva quindi comodo a tutti, né vi erano motivi di contestazione, che fosse la Gran Bretagna a sobbarcarsi l'onere (non solo finanziario ma anche di studio e programmazione) di organizzare e dirigere tale tipo di esercitazione, tenendo altresì conto che, come già detto, sino alla fine degli anni '70 l'Inghilterra era convinta che una invasione si sarebbe fermata, come nel passato, al Canale della Manica e che quindi sarebbe rimasta il solo paese occidentale libero. A partire dalla fine degli anni 70 questo credo non fu più tale. A questa revisione di pensiero si aggiunsero sicuramente altri problemi.

La conclusione fu comunque che, per la prima volta nella storia, la Gran Bretagna offrì, o suggerì, che la direzione delle esercitazioni internazionali venisse svolta da altri paesi. Dirigere l'esercitazione era in effetti un peso logistico amministrativo ed organizzativo notevole. Ma era anche una opportunità unica. Dirigere l'esercitazione, oltre che ad una indubbia questione di prestigio, significava avere la possibilità di rilevare una immensa quantità di dati sul funzionamento e l'operatività delle organizzazioni degli altri paesi e ciò costituiva un elemento importante, non tanto per spiare gli amici, quanto per avere una massa di elementi utili per fare raffronti con la propria organizzazione e studiare eventuali modifiche e correttivi. E per la prima volta nella storia, tutti accettarono che fosse l'Italia, nel 1980, ad assumere l'onere e l'onore di dirigere detta esercitazione. Subentrarono i Francesi nel 1983, lo ripresero gli italiani nel 1986 ed ancora gli italiani avrebbero dovuto dirigere quella programmata per il 1991(quella dell'89 era stata cancellata per motivi tecnici).

La massa dei lettori sorriderà nel leggere queste due righe e le considererà come un ovvio e stupido autoincensamento da parte di chi per tanto tempo è stato coinvolto in questo tipo di attività. è quasi normale. Gli addetti ai lavori forse, e lo spero, giudicheranno questi fatti con un'ottica diversa e mi auguro comprendano il salto di qualità fatto dal Servizio a livello internazionale anche se in un campo estremamente settoriale. Quello che mi dispiace enormemente, e che non considero normale, è che alcuni dei re-