Commenti Post Scriptum

 

Sono diversi i siti web ed i blog (compresi i gruppi sui Social Network) che utilizzano SENZA ALCUNA legittimità, i loghi, gli stemmi e quant'altro relativo alla Stay Behind italiana (la Gladio), attirando molti curiosi ed appassionati, giovanissimi e persone che purtroppo non conoscono affatto Gladio e la sua Storia.  

 

Molti infatti ancora oggi fanno estrema confusione e si ostinano ad addebitare alla Gladio gli episodi del periodo della strategia della tensione, quando è ormai evidente dopo anni di attività investigativa e giudiziaria che in quei periodi bui e tristi della Storia Italiana operavano ben altre strutture super segrete (dagli addetti ai lavori conosciute con diverse sigle,. "NDS", il "Noto Servizio", "l'Anello",  "X" e cosi via... ).

 

 Ancora oggi a qualcuno fa comunque troppo comodo dimenticare le indagini e le sentenze, riconducendo tutto con estrema superficialità alla Gladio, la Stay-Behind Italiana,  forse una geniale scusa che si ripete sistematicamente nel tempo, molto probabilmente per non far accendere i riflettori sulle altre strutture segrete di cui ancor oggi non conosciamo i nomi degli appartenenti, se alcune di loro sono ancora attive o meno.

 

Questa disinformazione ad oltranza (iniziata con una apposita campagna negli anni 90..), di nuovo strumentalizzata e cavalcata come unico baluardo da alcuni media di parte, fa si che ancora oggi la Gladio non venga riconosciuta per quello che è stata,  ma più facilmente e gratuitamente infangata e tradita anche nella memoria. 

 

Anche davanti all'evidenza c'è chi cerca comunque il lato oscuro, il complotto a tutti i costi, deve trovare per forza il marcio, la pecora nera,  altrimenti non se ne fa una ragione. Il Segreto di Stato è necessario alla salvaguardia della Sicurezza Nazionale, ed in alcuni casi anche di quella degli Alleati, ma di certo non è la barriera impenetrabile per coprire qualcuno o qualcosa di illecito ed illegittimo. La Verità esiste, va solo accettata per quella che è. 

 

Questa ignoranza di certo rende amaro l'animo dei Gladiatori che hanno servito la Patria.  

 

* * *

 


L'Unico sito UFFICIALE e quindi LEGITTIMO che raccoglie in una Associazione gli ex. Gladiatori (civili) è il sito

www.stay-behind.it

Tramite il sito dell' Associazione Volontari Stay-Behind potrete quindi accedere ad informazioni, notizie, documenti ed altro ufficialmente riconosciuto senza correre il rischio di trovarvi involontariamente in siti , forum e blog dove personaggi spesso "ambigui" millantano di aver fatto parte della Gladio inventando le storie più fantasiose e goliardiche al solo scopo di attirare fan e farsi mera pubblicità (a volte addirittura vendendo anche gadget con stemmi copiati della Gladio, magliette ecc.. per scopi puramente commerciali, senza vantare alcun "diritto" dell'utilizzo degli stessi loghi). Sui social forum più famosi e su vari blog ci sono innumerevoli personaggi che si dichiarano per es."amici di Gladio.." "ex...appartenenti alla Gladio", "ex agenti segreti e/o operativi" di chissà quale missione super segreta ecc ecc.. ma alla fine "nessuno" della Gladio li conosce e "nessuno" di loro è in grado di "dimostrare" quel che afferma con tanto entusiasmo sul web al fine forse unico di attirare fan come un pseudo-eroe o quant'altro o comunque di "danneggiare" magari involontariamente l'immagine della Gladio stessa. Quei personaggi che millantano appartenenza alla Gladio Ufficiale pur non avendone mai fatto parte vengono chiamati a volte anche "Gladiatori Apocrifi" . Questi siti ambigui e non riconosciuti ufficialmente da nessuno in ogni caso fanno "rumore", attirano anche migliaia di persone, ignare ed inconsapevoli per pura ingenuità di trovarsi in siti che NULLA hanno a che fare con l'organizzazione Gladio e con gli ex appartenenti alla stessa. Tutti sono sulla falsa riga del "mi hanno detto.. ho sentito dire.. si dice che.. un amico fidato mi ha detto che...conosco dei segreti... te lo dico a te ma non lo dire a nessuno...", e prendendo spunti qua e la con un semplice copia/incolla rendono anche "verosimili" i loro racconti. Spessissimo infatti sono dei veri e propri "millantatori" o dei "burloni", e comunque sia, nel dubbio è sempre possibile verificare la loro reale appartenenza alla struttura militare segreta "Gladio" consultando la lista dei 622 Gladiatori, gli UNICI esistenti, senza ulteriori giri pindarici e condimenti di pura fantasia, omonimie e quant'altro. Ci sono anche associazioni sportive ed anche di "Soft-Air" o di altro tipo che utilizzano la dicitura "Gladio" alludendo presumibilmente molte volte all'organizzazione segreta militare, ma non avendo con essa alcun riferimento reale e nessuna legittimità nell'utilizzo del nome "Gladio" (intesa come organizzazione segreta militare), ma riscotendo comunque un buon successo di immagine pubblicitaria attirando i "curiosi". Ognuno può essere "amico" o "simpatizzante" dei Gladiatori (infatti non è affatto vietato avere simpatie, anche se poi il termine "amico" credo non possa essere solo unilaterale per intenderci... almeno i Gladiatori dovrebbero conoscere questi fantomatici "amici"...). Per concludere il concetto, quando i Gladiatori (veri) hanno già un sito ufficiale di riferimento costituito da un Associazione di volontari, è ovvio che è a dir poco "molto anomalo" o "bizzarro" trovare sul web qualcuno che non fa nessun riferimento all'Associazione stessa (forse per paura di essere smascherati come dei falsi d'autore?).

La Disinformazione oramai da anni dilaga su internet, e così anche i cloni ed i falsi. Quindi credo sia necessario almeno per chi cerca la Verità su Gladio, fare riferimento in modo ESCLUSIVO al sito dell'Associazione Volontari Stay-Behind ed ai rispettivi interlocutori e portavoce "ufficiali".

 

Silendo